Dicono di noi i volontari

Per me gli asili Oasis sono stati una scuola. Essere volontari in questa realtà significa imparare a essere responsabili e attenti. Si diventa delle figure di riferimento sia per i bambini che per le maestre, le quali con la loro professionalità e capacità, hanno reso questi asili un posto sicuro e speciale per tutti i bambini e le loro famiglie.

Elisa L.

Non ho nulla da compiere, ma ho molto da fare e da amare … e in Oasis, quando ricevo un sorriso, un saluto, mi sembra di avere una prova che esisto.

Maria Paola D.

L’Associazione Oasis è per me un punto di ritrovo e poter lavorare per e con i bimbi è una soddisfazione unica.

Silvia G.

Il volontariato in Oasis è semplicemente il più bello … i bimbi e le persone che ne fanno parte rendono la vita più bella e colorata!

Elena P.

L’Associazione Oasis mi dà la possibilità di stare a contatto con una realtà che non è presente nella mia quotidianità e mi dà la possibilità di aiutare coloro che ne hanno bisogno, facendomi sentire appagata.

Annalisa A.

Più passano gli anni e più il mio impegno del mercoledì assume per me grande importanza. Anno dopo anno i bambini cambiano ma quello che si riceve da loro, sempre, è molto, Vederli crescere sereni nel “nostro” nido è molto bello ed appagante. I nuovi inserimenti sono a volte sono un pochino problematici ma col passare dei giorni si ha proprio l’impressione che anche se piccolissimi capiscano che qui ci si può fidare di tutti. Piano piano si rilassano e si affidano sempre più alle maestre e anche a noi volontari con maggior fiducia. Sono molto contenta di partecipare ad una cosa così importante come quella di seguire la formazione dell’individuo dai suoi primi passi e ormai non potrei più rinunciare al mio “mercoledì”.

Enrica T.

L’Associazione Oasis è per me un fantastico gruppo di amici, piccoli e grandi!

Lucia P.

Oasis: un punto d’incontro “multicolor” in cui il volontario offre con gioia e disponibilità il suo servizio, ma soprattutto riceve i sorrisi e l’affetto di bambini di etnie e provenienze le più diverse.

Isabella M.

Ricordo un episodio che mi ha fatto capire un po’ Oasis … ero in asilo per prendere un documento e mi è rimasta impressa questa scena: avevo tre bambini attorno di tre razze molto diverse ai quali la maestra ha detto “state un momento qui bravi con questo signore, vado a prendere un documento nella stanza accanto e torno subito”. Loro prima mi hanno guardato attentamente, poi nei loro occhi ho visto un po’ di comprensibile paura (probabilmente per la mia altezza!) ed istintivamente si sono presi per mano fra di loro e si sono stretti uno all’altro. Per me Oasis è un po’ tutto questo e vale anche per noi “grandi”.

Marco P.
Facebook
Facebook

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi